aaa  
REIKI
Che cosa è
Da dove arriva
L'ideogramma
I Principi di Reiki
SEMINARI REIKI
Che cosa è un seminario
Reiki Usui I Livello
Reiki Usui II Livello
Reiki Usui III Livello
Alessia Balducci
Come partecipare
SEMINARI DI APPROFONDIMENTO
I Preparativi per il Viaggio
Il Viaggio dell'Eroe
Albero Genealogico
e Costellazioni Familiari
CALENDARIO SEMINARI
Come partecipare
TRATTAMENTI REIKI
Che cosa è un trattamento
Trattamenti di I Livello
Trattamenti di II Livello
APPROFONDIMENTI
Il Sutra del Cuore
La Teoria dei Chakra
I Chakra e le Età
I 7 Livelli di Coscienza
Gli Organi e le Emozioni
La Teoria dei 5 Elementi
IL CENTRO
WHITE RABBIT
Il simbolo del Centro
Il codice etico
Dove siamo
Links
Scrivici
 

Reiki, da dove arriva

Reiki è una disciplina di origine giapponese, nel senso che il metodo che ancora oggi viene trasmesso è stato formalizzato da Mikao Usui, vissuto in Giappone a cavallo tra i secoli XIX e XX.

Mikao Usui
Mikao Usui (1865-1926)


La leggenda narra che Usui era un insegnante, un monaco, uno studioso delle religioni e delle arcaiche tradizioni orientali.

Durante un incontro uno studente chiese ad Usui come il Buddha ed il Cristo potessero guarire con l'imposizione delle mani, quale fosse il segreto della guarigione che loro infondevano nell’animo e nel corpo degli uomini, e questa domanda a cui non seppe cosa rispondere lo spinse ad intraprendere un lungo periodo di studio, di meditazione ed ascesi.

Proprio l'ultimo giorno che egli si era concesso per trovare la risposta, ebbe un'illuminazione: una visione in cui gli apparvero i simboli sacri che già aveva incontrato nei suoi studi, ma dei quali ancora non aveva compreso i significati profondi, e conobbe finalmente la loro essenza e come poterli utilizzare.

Fu attraverso questi simboli che Usui formalizzò l'insegnamento e lo trasmise ai suoi studenti.
Ancora oggi l’Arte della Guarigione è trasmessa oralmente di Maestro in Maestro in quella stessa forma.

 

Hawayo Takata
Hawayo Takata


Così Takata racconta di Usui:
Quando arrivava in un posto in cui c’erano tante persone riunite per il mercato, accendeva una torcia e camminava per la città.
La gente che lo vedeva, lo fermava e diceva:
Caro monaco, è giorno fatto. Non hai bisogno della torcia per vederci”.
E lui replicava:
Io sto cercando persone in salute, felici e con i cuori illuminati. Ce ne sono di infelici, depresse e con dolori fisici che hanno bisogno di un po’ di luce nella loro vita. Venite al tempio alle due, ad ascoltare la mia conferenza”.

Egli riconobbe sempre di non essere lui a guarire, bensì l’Energia dell’Universo che passava attraverso di lui. Egli era soltanto un veicolo usato a questo scopo.

Mikao Usui iniziò diciotto maestri, fra cui Chujiro Hayashi, che iniziò Hawayo Takata, grazie alla quale Reiki è arrivato in Occidente.

 

Chujiro Hayashi
Chujiro Hayashi

Le persone arrivavano allora, e in parte arrivano tuttora a Reiki per disturbi fisici che desiderano risolvere, tuttavia, durante un'intervista rilasciata da Usui, gli viene chiesto se si può definire Reiki come un Metodo di Guarigione Spirituale, e lui risponde che è abbastanza corretto.
Potremmo parlare perciò di un percorso prima di tutto di crescita personale e interiore, che possa avere come "effetto collaterale" un riequilibrio anche a livello fisico, del resto perfettamente sensato in un'idea olistica dell'individuo.

 

 

Reiki non ha scopi ideologici o politici, non si pone in contrasto nè pretende di sostituirsi ad alcun tipo di confessione religiosa o di terapia medico-sanitaria.


Centro Reiki White Rabbit
cell. 328 6231487 - info@centrowhiterabbit.org